Al Vér  Nusèn  Tradizionèl  ed  Mòdna  

Il Vero Nocino Tradizionale di Modena

Home Su Disciplinare Le Poesie Le Ricette Contatti Downloads Spedizioni Link

I Consiglio 2004

 

 

                

Ordine del Nocino: nuovo consiglio

 

 Il Consiglio Direttivo dell’Ordine del Nocino Modenese, che è così composto: partendo da destra

- Mussi Dino                (Tesoriere supporto)

- Duilio Zoboli             (Segretario)

- Zacchieri Natalina    (Castalda supporto)

- Armando Cavallieri   (Consigliere)

- Vania Franceschelli  (Vicepresidente)

- Bruna Ferrari            (Presidente)

- Marina Turrini           (Consigliera)

Saranno di supporto alle attività del Consiglio anche Natalina Zacchieri (apertura e gestione della sede) e Dino Mussi (tesoriere). Una curiosità: questo è il primo Consiglio di cui fanno parte anche uomini; da sempre è stato costituito da sole donne.

L’Ordine del Nocino Modenese è stato fondato il 28 settembre 1978 per volontà di Luigia Giordano Sirotti. Conta attualmente 107 soci provenienti da tutta la provincia di Modena.

L’Ordine ha l’obiettivo primario di diffondere e valorizzare l’antica tradizione legata alla produzione del Nocino.

L’Amministrazione Comunale ha sempre sostenuto l’Ordine, mettendo a disposizione la sede, che si trova in Corso Umberto I, all’interno dell’antico complesso del Torrione ed ha voluto essere ancora più partecipe con la presenza di un membro della Giunta in Consiglio.

L’intento del Comune consiste nel sostenere ed incentivare tutte le attività di valorizzazione dei prodotti tipici legati indissolubilmente alla storia del nostro territorio e il Nocino, come l’Aceto Balsamico e l’Amaretto, è sicuramente tra questi.

Le attività annuali dell’Ordine ci vengono illustrate dal Presidente Bruna Ferrari: “Tra le nostre iniziative va ricordato il Palio di San Valentino. Si tratta di un’occasione in cui vengono consegnati riconoscimenti e premi ai nocini migliori. Chi vuole partecipare consegna il suo prodotto all’Ordine entro il dicembre precedente al palio. A questo seguono degustazioni dei prodotti pervenuti. Tutto si conclude appunto con il pranzo di metà febbraio. Non dimentichiamo anche il corso per assaggiatori, che si svolge tra l’autunno e l’inverno di ogni anno e gli auguri di Natale, che solitamente vengono organizzati ad inizio dicembre. L’Ordine partecipa anche attivamente alla Fiera di San Giovanni Battista con degustazioni ed iniziative”.

Il nostro impegno - dichiara il Vicepresidente Vania Franceschelli - consiste anche nel partecipare a tutte le iniziative enogastronomiche organizzate in provincia di Modena, sempre nell’ottica di diffondere il più possibile la cultura del Nocino”.

[Home]